Le reti e le alleanze del civismo attivo, del terzo settore e del sindacato firmatarie di questo documento hanno avanzato in questi mesi proposte, analisi e piattaforme programmatiche per tutelare i diritti delle bambine, dei bambini e degli adolescenti di fronte all’emergenza. Lo hanno fatto a partire dall’impegno concreto sul campo, consapevoli della necessità strategica di rispondere qui e ora a bisogni immediati ponendo, nel frattempo, le basi per cambiamenti di lungo periodo. 

#NEWS

Ora non separiamoci!

Ora non separiamoci!

Ora che gli studenti sono tornati in aula non separiamoci da loro, continuiamo ad “abitare insieme” quegli spazi digitali infiniti in cui la ricerca di senso resta il compito...

leggi tutto

#RASSEGNA STAMPA

Appello di educatori e pediatri per tutelare i diritti dei bambini.

Il Piccolo

Nidi e tempo pieno per pochi. L’Italia della scuola divisa in due.

la Repubblica

Per la fascia da zero a tre anni si va dal 28% del Tentino al 2,2% della Calabria.

la Repubblica

Diseguaglianze tra i banchi. Un nuovo patto per i diritti.

la Repubblica

ATTIVAZIONE DEI POLI EDUCATIVI 0-6 ANNI

PATTI EDUCATIVI TERRITORIALI TRA ENTI LOCALI, SCUOLA E CIVISMO ATTIVO

NESSUNO SIA LASCIATO INDIETRO

DESTINARE IL 15% DEGLI INVESTIMENTI PER LA RIPRESA A SCUOLA ED EDUCAZIONE

UN PIANO STRATEGICO NAZIONALE SULL’INFANZIA E SULL’ADOLESCENZA

Giustaitalia logo